Home La posta di Adelino

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

La posta di Adelino
Partiti che nascono come funghi... in vista delle provinciali
Scritto da Administrator   
Giovedì 11 Luglio 2013 21:11

Caro Amistadi, mi devi scusare, ma sono in piena confusione. Ci stiamo avvicinando alle elezioni provinciali di ottobre, seguo quasi ogni giorno l’avvicinarsi con i giornali locali, ne discuto con gli amici, ma ne capisco sempre meno. Sorgono partiti come funghi, si confermano personaggi che dovrebbero sparire, adesso arrivano le primarie che non ho ancora capito bene a cosa servano e a chi siano riservate. E’ evidente che sono tutti in cerca di riconferma, questo è quello che preme di più ai nostri politici, di programmi nessuno ne parla, se non le solite banalità, pensaci tu a chiarirci le cose, per quel che puoi, io e i miei amici te ne saremo grati.

Gli amici del Bar

Leggi tutto...
 
«Che sia un libro autobiografico?». Il quesito di una lettrice sul “sindaco di Costanidia”. “Traduce l’atmosfera di tempi andati”
Scritto da Adelino Amistadi   
Lunedì 06 Maggio 2013 07:35

Gentile Adelino, ho letto con grande voracità la tua opera seconda “Il sindaco di Costanidia”, nella curiosa veste di romanziere che, ammetto, ben ti si addice. Che segnala anche una tua maturazione come scrittore, con passaggi narrativi davvero notevoli e di buona tecnica scrittorica.

Le tresche e le ribalderie, proprie del periodo rievocato, altresì tuttavia non meno frequenti oggigiorno, mi portano a rimuginare su quello che è stato il tuo vissuto – devi sapere che per età, ti sono molto vicina -  e pure la descrizione del protagonista, tal Feronio, “un uomo libero fin da ragazzo di pensarla alla sua maniera, che mal sopportava i soprusi e le alterigie dei potenti, forte e volitivo per natura,…poco addomesticabile”, tanto si avvicina al tuo personaggio.  Rilevo, nella narrazione, una grande aderenza alla realtà; una realtà ben definita ed estremamente vera dove si ritrovano tracce di esperienze concretamente vissute. Senza dubbio alcuno: un percorso che è anche specchio autobiografico! Ed il quesito che, persistente si infila nella mia mente, ora devo sottoporti. Il lavoro di scrittura intrapreso ha forse lo scopo di “liberare” l’autore, in una sorta di espiazione, dai peccati di gioventù? Una specie di divertito lavacro pubblico, scaltro e irriverente, per rivivere (e sorridere) su avventure e scappatelle, che in fondo rendevano così genuini quei personaggi e così autentico quel tempo?

Inutile sottolineare che, sulla base di questo assioma, tanti dovrebbero intraprendere un simile cammino, divenendo potenziali (grandi) narratori!

Grazie per la risposta che vorrai riservarmi.

Con affetto - Paola

Leggi tutto...
 
Peggio della politica c’è solo la burocrazia
Scritto da a.a.   
Lunedì 06 Maggio 2013 07:34

Caro Adelino, seguendo le vicende politiche di questi giorni sono davvero desolato. Sembra di assistere a una di quelle farse che ci facevano tanto ridere, rappresentate, durante le fredde serate d’inverno, da filodrammatiche improvvisate nei nostri teatri dell’oratorio. Purtroppo sono farse che nascondono vere e proprie tragedie, basta leggere i giornali, siamo ridotti alla fame, i figli senza lavoro e la gente che si ammazza per disperazione. Sentendo i politici, ognuno ha la sua ricetta salvifica per rimediare al disastro, peccato che non l’abbiano usata prima che il disastro diventasse irreparabile. Ma fra le tante disfunzioni che imperversano in Italia, e a dir il vero anche nel nostro Trentino, la peggiore è la burocrazia: dirigenti incapaci, impiegati svogliati, migliaia di leggi confuse e per gran parte inutili, impossibili da applicare,  funzionari che ritardano, quando non bloccano, ogni iniziativa, sia pubblica che privata. Ne sono testimoni sindaci, artigiani e commercianti che sono allo stremo della sopportazione. E’ la burocrazia la causa di tutti i nostri guai. Ne sono convinto. Mi piacerebbe sentire il tuo pensiero in proposito, data la tua esperienza in ogni ramo della pubblica amministrazione. NN

Leggi tutto...
 
Informazione, ci vuole misura e correttezza
Scritto da Administrator   
Martedì 02 Aprile 2013 21:45

Egr. GdG, fin dal vostro primo numero ho sempre letto volentieri il vostro Giornale, un po’ meno quando mi sembrava che fosse troppo sfacciatamente di parte. Comprendo che non sia facile essere asettici di fronte a quanto avviene nella politica italiana, ma noi giudicariesi abbiamo bisogno di una informazione che sia seria e puntuale. Abbiamo bisogno di essere informati in modo corretto e senza forzature ideologiche, di quanto avviene in Giudicarie in ogni campo, dalla quotidianità alla cultura, dal sociale alla politica, credo siate consapevoli che siete l’unico giornale che entra in molte case, e che avete acquistato fiducia e credito da parte della maggioranza dei nostri conterranei, continuate così e buon lavoro, complimenti!

Giuseppe

Leggi tutto...
 
Se Tv e giornali speculano sul “morto”...
Scritto da Administrator   
Martedì 02 Aprile 2013 21:44

Gentile Amistadi, ogni volta che sorprendo mia moglie a guardare quel programma televisivo che si occupa dei casi di omicidio, scomparse, rapimenti, ecc ecc, mi domando come si possa così speculare sulle disgrazie altrui. Quando poi vedo intervistare quel birbante di Michele Misseri, mi ribolle il sangue nelle vene. Quello è un furbo di quattro cotte, il classico contadino scarpe grosse e cervello fino. Quello sta prendendo tutti per i fondelli, mah! E’ possibile che non si riesca mai a fare chiarezza su tanti misfatti, io quel Misseri lo metterei in galera per il resto dei suoi giorni...

Paolo

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 13