Home Società Cartiera, borsa di studio per Sergio

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Cartiera, borsa di studio per Sergio
Scritto da Administrator   
Martedì 10 Marzo 2009 04:31

Cartiera, borsa di studio per Sergio
Simbolica iniziativa per ricordare il ragazzo di Condino vittima del tragico incidente ai primi di febbraio

Una borsa di studio per commemorare e ricordare un dipendente prematuramente scomparso. E’ questa la significativa iniziativa messa in campo dalla Cartiera di Carmignano, il grosso stabilimento di Condino dove lavorava Sergio Filosi, 26 anni, deceduto con altri tre amici la notte del  6 febbraio in un incidente automobilistico a Vobarno .  Il lutto è stato molto pesante ed ha colpito l’intera comunità delle Giudicarie. Con Filosi viaggiavano infatti altri 3 giovani, Daniel Primerano di 25 anni anche lui di Condino, Abdhel Gaffar 20 anni di Storo e Sara Tisi, 19 anni di Bocenago. Viaggiavano a bordo di una Peugeot 206 e la macchina si è scontrata con un’ambulanza che soggiungeva dall’altra direzione a Vobarno, nel bresciano. L’impatto è stato violentissimo e per i 4 giovani non c’è stato scampo. Nei giorni seguenti  le comunità di Condino, di Storo e Bocenago si sono strette attorno alle famiglie dei ragazzi in una giornata di grande dolore e di cerimonie funebri molto partecipate per una vicenda che ha lasciato tutti con una grande amarezza nel cuore.

“Abbiamo deciso di onorare il ricordo di uno dei nostri dipendenti in questo modo simbolico – ci spiega la dottoressa Lenzi della cartiera – dedicandogli una borsa di studio che sarà assegnata a un ragazzo di Condino. Ogni anno, infatti la Cartiera di Carmignano mette a disposizione di dipendenti o figli di dipendenti 10 borse di studio per le scuole superiori e 4 per l’università di entità economica diversa, che saranno assegnate verso fine marzo. I criteri secondo i quali vengono distribuite rispondo in primis al rendimento scolastico, e a parità di questo parametro, prendono in considerazione il reddito famigliare.”
Oltre alle borse di studio interne ce n’è una specialistica, particolare che è rivolta anche all’esterno e precisamente ai residenti delle provincie di Trento e Padova, dove hanno sede gli stabilimenti di Condino e Carmignao di Brenta. “Si tratta – continua Lenzi – di una borsa di studio per università in un settore specialistico che ci tocca da vicino che è quello di ingegneria cartiaria, un corso di studio che va a formare una figura professionale fondamentale per noi. Dunque in questo caso la cartiera, oltre a premiare la voglia di studio di dipendenti e figli, va a incentivare i giovani ad intraprendere un percorso di studio che serve alla Cartiera e a creare delle sinergie importanti col territorio”.