Home La posta di Adelino Basta violenza nelle manifestazioni!

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Basta violenza nelle manifestazioni!
Scritto da Administrator   
Giovedì 29 Novembre 2012 13:17

Caro Amistadi, che brutto spettacolo gli scontri di piazza dei giorni scorsi. In tutta Italia, ma anche a Trento, studenti con casco e bastoni hanno manifestato la loro rabbia a stento trattenuti dalle forze dell’ordine. Ci saranno stati anche studenti in buona fede e lavoratori disperati, ma ce n’erano molti, finti idealisti, no-global, centri e sociali, etc, che hanno l’unico scopo di distruggere la nostra società. E come sempre i “cattivi” sono i poliziotti ed i carabinieri costretti a reagire...

Giorgio - Tione


Quel che è capitato durante le manifestazioni “pacifiche” dei giorni scorsi in varie città d’Italia, è il ripetersi di quel che succede regolarmente ad ogni autunno nel nostro Paese. La protesta, giusta e sacrosanta, degli studenti e dei lavoratori, viene come sempre, ad essere vanificata dagli “infiltrati” che, armati di tutto punto, con spranghe, casco, passa montagne, vanno alla ricerca dello scontro con la Polizia, mettendo, il più delle volte, a ferro e fuoco, alcune delle zone più belle delle nostre città. Succede così che le ragioni di queste manifestazioni, condivisibili ed attuali, vengono oscurate e cancellate da questi personaggi, veri e propri delinquenti, alla ricerca dello scontro, magari, nella speranza, neanche tanto nascosta, di poter “far fuori”, qualche poliziotto o carabiniere. Che le forze dell’ordine reagiscano, mi sembra ovvio. Ed è anche comprensibile che nel caos generale di quegli eventi, sia difficile mantenere il bon ton dei salottieri del giorno dopo, da quel che si vede dalla TV, se le danno di santa ragione, e quindi qualche esagerazione ci può scappare. Ma a me da fastidio che, all’indomani, i soliti benpensanti che considerano da sempre questi facinorosi dei “compagni di strada che sbagliano”, se la prendano con le forze dell’ordine perchè troppo dure nel bloccare le eroiche gesta dei “democratici convinti”all’arrembaggio. E’ un giochetto da bambini andare a scovare le foto che in qualche modo denuncino le violenze della Polizia, nascondendo altrettante foto che ne dimostrerebbero la provocazione e l’altrettanto brutalità dei giovanotti nei confronti degli agenti. Qualche poliziotto avrà perso il filo, ma provate voi a difendervi usando la forza della persuasione e del sorriso, nel mezzo di quella vera e propria guerriglia urbana. Tutta questa violenza, così manifestata, non ha giustificazioni e la polizia ha agito bene, ha fatto il suo mestiere, ha difeso le istituzioni.  Non si va ad una manifestazione “pacifica” mascherati e muniti di spranghe e armamento vario, non facciamo anche noi l’errore di dare copertura politica e civile a simili comportamenti, già lo fanno i giornali, non tutti per fortuna.

Adelino Amistadi