Home Attualità Dal BIM nuovi incentivi per il fotovoltaico

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Dal BIM nuovi incentivi per il fotovoltaico
Scritto da m.c.   
Martedì 24 Febbraio 2009 16:33

Dal BIM nuovi incentivi per il fotovoltaico
Scade martedì 31 marzo 2009 il bando

L’iniziativa del Consorzio BIM del Chiese tende a promuovere e favorire la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile con il conseguente risparmio energetico e riduzione delle emissioni di gas serra. Beneficiari sono i soggetti titolari di utenza elettrica presso edifici situati sul territorio dei comuni facenti parte del consorzio. Il contributo del consorzio B.I.M.  è integrativo e cumulabile agli incentivi previsti dal conto energia di cui al D.M. 19.02.2007. Sono ammessi a beneficiare del contributo del consorzio B.I.M. gli impianti di potenza compresa tra 1 e 20 kw della tipologia impianti integrati, impianti parzialmente integrati, impianti non integrati, purché conformi alle vigenti disposizioni legislative e regolamentari e realizzati secondo gli standard tipologici previsti dal G.S.E. (gestore del servizio elettrico)
BANDO relativo all’iniziativa
“Il tetto fotovoltaico”

Si premette:
Il Consorzio B.I.M. del Chiese ha adottato un “Regolamento per la concessione di contributi relativi agli interventi per
l’installazione di generatori fotovoltaici.
Beneficiari dell’intervento contributivo sono i soggetti titolari di utenza elettrica presso edifici situati sul territorio
dei Comuni facenti parte del Consorzio.
Sono finanziabili gli impianti di potenza fra 1 (uno) e 20 (venti) Kw realizzati secondo le tipologie previste dal G.S.E.
(Gestore del Servizio Elettrico). Il contributo del Consorzio BIM in ogni caso è limitato fino ad un massimo di 6 kwp.
 L’intervento contributivo del Consorzio B.I.M. del Chiese viene assegnato nelle forme di:
a) contributo in conto capitale nella misura massima di €  600,00 per ogni Kwp certificata dal G.S.E. ;
b) in forma di contributo in conto interessi, nella misura massima di € 70,00.= per Kwp sulle rate annuali dei mutui accesi presso le Casse Rurali   Adamello - Brenta, Condino, Giudicarie -Valsabbia – Paganella, di Ledro e di Saone.
c) La spesa massima ammissibile a finanziamento è pari ad € 7.000,00.= per Kwp per un massimo di 6 (sei) kwp; da tale importo viene scorporata   l’IVA, se recuperabile, per utenze di attività economiche.
 
In sede di liquidazione del contributo si provvederà a rideterminare la spesa effettiva con riferimento alla spesa ammissibile per kWp indicata alla lettera c) moltiplicata per la potenza di picco dell’impianto certificata dal G.S.E. ed alla corrispondente fattura della ditta installatrice.
 Nel caso in cui l’impianto venga finanziato in parte con mezzi propri e in parte con mutuo, l’intervento contributivo del Consorzio BIM sarà ripartito proporzionalmente fra contributo in conto capitale ed in conto interessi.
 In data 20 gennaio 2009 il Consiglio Direttivo ha approvato lo schema di convenzione fra il Consorzio B.I.M. del Chiese e le Casse Rurali Adamello - Brenta, di Condino, Giudicarie -Valsabbia – Paganella, di Ledro e di Saone. Con tale atto i citati Istituti di credito si impegnano a concedere mutui ventennali nell’importo della spesa massima ritenuta ammissibile come sopra stabilita (€  7.000,00.= per Kwp).
Il tasso di interesse praticato è pari al 4,30% fisso.
 Per agevolare l’espletamento delle pratiche tecnico – amministrative ed ai fini dell’esecuzione dei lavori il Consorzio ha predisposto un “Capitolato Tecnico” al quale le ditte installatrici abilitate all’esecuzione dell’impianto si atterranno.
 E’ ammessa una sola domanda per richiedente.
 Le domande di ammissione ai benefici del presente Bando dovranno essere presentate al Consorzio B.I.M. del Chiese mediante l’apposito modulo, reperibile presso il Consorzio o sul sito internet “bimchiese.tn.it”, corredate di tutta la documentazione ivi descritta, entro il giorno
MARTEDI’ 31 MARZO 2009 ORE 17.00

La Commissione provvederà all’esame delle domande pervenute ed a redigere l’apposita graduatoria adottando i seguenti criteri di priorità:
a) residenti  in uno dei Comuni situati nel territorio del Consorzio;
b) ordine di presentazione della domanda.
 Le domande non ammesse a finanziamento nell’anno corrente per esaurimento di fondi saranno prese in considerazione nell’ambito del prossimo bando.
 
Non appena intervenuta l’approvazione della graduatoria da parte del Consiglio Direttivo, il Responsabile del Servizio Finanziario del Consorzio provvederà a dare comunicazione ai beneficiari dell’accoglimento della domanda e del tempo utile per la realizzazione dei lavori.
 Il contributo del Consorzio BIM a norma delle vigenti disposizioni non può superare il 20% dell’investimento.
 La liquidazione del contributo sarà effettuato ai sensi del 2° e 3° comma dell’art. 8) del Regolamento.

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
Tarolli Dario

CONSORZIO B.I.M. DEL CHIESE
38083   Condino  via Lamarmora, 5
C.F.  86001190221 - Tel. 0465621048  - Fax  0465 621720 -  www.bimchiese.tn.it