Home Spazio Aperto Politica? Serve un nuovo “Risorgimento morale”

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Politica? Serve un nuovo “Risorgimento morale”
Scritto da Giuliano Poletti   
Sabato 05 Maggio 2012 07:54

Ho letto sul “ Giornale delle Giudicarie “ del 4 aprile u.s. il quesito posto dal Sig. Rinaldo al Sig. Amistadi a proposito del futuro sblocco politico del Governo Tecnico del Prof. Monti. L’ Amistadi - bontà sua - auspica una riforma elettorale “come Dio comanda e  raccomanda “. Vorrei umilmente proporre un ulteriore elemento di riflessione, che potrà certo non essere condivisibile. I partiti politici non svolgono ormai più la funzione di rappresentanza per cui sono stati costituiti e non si presentano oggi come un efficace strumento di collegamento fra società civile ed istituzioni. La trasformazione dei partiti in formazioni elettoralistiche non più caratterizzate da ideali sociali ha prodotto una casta politica professionalizzata sempre più avulsa dalla società e proclive a svolgere invece prevalentemente funzioni utili ai rappresentanti stessi piuttosto che alle aspettative dei loro rappresentanti. Se quanto ho sin qui esposto ha un sia pur minimo rapporto con la realtà quotidiana, a ben poco servirà l’ auspicata riforma elettorale. E’ auspicabile invece un nuovo risorgimento, che veda la gente coinvolta in un impegno civile e politico dal quale i nuovi partiti non possano prescindere, con ai balconi delle case nuove bandiere, per un riscatto civile e morale. Le bandiere dei molti simboli effimeri sportivi e culturali della nostra attuale società lasciamole a tempi più sereni, anche se mi rendo conto che e’ forse utopistico e velleitario sperare in tutto questo, e immaginare una concreta alternativa mi risulta per lo meno difficile.

Giuliano Poletti